Dott. Rossana Castellana  - Specialista in dermatologia

Carcinoma basocellulare

Il carcinoma basocellulare è un tumore cutaneo di natura epiteliale, non melanoma e rappresenta la forma più comune di patologia tumorale che l'uomo possa sviluppare nel corso della sua esistenza.
Nel 90% dei casi la causa principale è l'eccessiva  e cronica esposizione al sole o ai raggi ultravioletti, i cui effetti sono cumulativi e producono danni evidenti dopo decenni.. Nel restante 10% le cause sono da ricercare nella predisposizione genetica (forma familiare) o nelle terapie con farmaci immunosoppressori.
Le aree cutanee fotoesposte (volto, orecchie, collo, cuoio capelluto e dorso) sono quelle interessate con maggior frequenza dalla neoplasia.
È un tumore localmente invasivo, potenzialmente aggressivo e distruttivo, ma ha una limitata capacità di metastasi.
Esistono cinque forme cliniche di carcinoma basocellulare: nodulare, ulcerativo, sclerodermiforme (cicatriziale), superficiale e pigmentato.
La diagnosi corretta viene posta da un dermatologo esperto e confermata se necessario dall'esame istologico.

Trattamento del carcinoma basocellulare (da valutare in base alla forma clinica e alla sede della lesione)

- Terapia fotodinamica (PDT);
- asportazione chirurgica;
- radioterapia.


sfondo
fondo