Dott. Rossana Castellana  - Specialista in dermatologia

Alopecia (perdita dei capelli)

La perdita dei capelli è vissuta come un notevole problema estetico dalla maggior parte degli individui.
Le alopecie sono classificate in non cicatriziali (generalizzate o focali), nelle quali dal punto di vista clinico non vi è alcun segno di infiammazione del tessuto, non vi è cicatrizzazione o atrofia della cute, e cicatriziali (localizzate), in cui è evidente una distruzione dei follicoli piliferi dovuta a processi infiammatori o di altra natura.
È molto importante effettuare inizialmente una visita dermatologica specifica per valutare il tipo di alopecia e le possibili cause di diradamento dei capelli, in base all'esame clinico ed eventuali esami di laboratorio, e stabilire così le forme più adeguate di trattamento.
La forma più frequente è l'alopecia androgenetica che si verifica per l'effetto combinato di una predisposizione genetica e dell'azione degli ormoni androgeni sui follicoli piliferi del cuoio capelluto e che colpisce sia i maschi (più frequentemente) che le femmine.
Un'altra forma comune di alopecia è il telogen effluvium che si manifesta con un aumento della caduta quotidiana di capelli, soprattutto nelle donne, secondaria a vari eventi stressanti, fisici o mentali, ad esempio: il post-partum, la pre-o post-menopausa, diete drastiche, o assunzione di certi farmaci, anemia, stress psicologico e altri fattori.

Trattamento delle alopecie (secondo il tipo e la causa)

- Farmaci topici e sistemici;
- carbossiterapia;
- mesoterapia;
- plasma ricco di piastrine (PRP).


sfondo
fondo