Dott. Rossana Castellana  - Specialista in dermatologia

Cicatrici ipertrofiche e cheloidi

Le cicatrici ipertrofiche e i cheloidi sono costituiti da tessuto fibroso di riparazione esuberante, che si sviluppa in seguito ad una ferita cutanea.
I cheloidi però possono insorgere anche spontaneamente, senza una ferita pregressa. Sono più comuni negli individui di pelle scura. Sono solitamente asintomatici, ma possono essere pruriginosi o dolenti.
Le cicatrici ipertrofiche tendono a essere rilevate e rimangono confinate alla sede della ferita originaria.
I cheloidi, invece, possono estendersi oltre questa sede, spesso con propaggini simili a chele. Sono lesioni di consistenza compatta o dura, più spesso del colore della cute normale, ma anche rosso vivo o bluastri, che compaiono soprattutto sui lobi auricolari, sulle spalle, nella parte superiore del dorso e del torace.
Possono essere esteticamente molto deturpanti e creare seri problemi ai pazienti.

Trattamento delle cicatrici ipertrofiche e dei cheloidi

- Farmaci locali;
- iniezione intralesionale di corticosteroidi;
- laser frazionale non ablativo (Palomar Starlux®).


sfondo
fondo