Dott. Rossana Castellana  - Specialista in dermatologia

Plasma ricco di piastrine (PRP)

Cos'è il PRP?

prp alopecia 01Il PRP è una fonte di fattori di crescita piastrinici, naturale, autologa (cioè prelevata dal paziente stesso), utilizzata mediante una tecnica specifica e assolutamente sterile e che rappresenta un trattamento innovativo ed efficace in molti campi della medicina, inclusi la dermatologia e la medicina estetica.
Costituisce un nuovo approccio terapeutico della Medicina Rigenerativa finalizzato alla Rigenerazione Biologica del tessuto anziché alla sua sostituzione. La medicina rigenerativa è un nuovo campo della medicina che si propone di studiare, approfondire ed utilizzare elementi di origine autologa per trattare i vari problemi del corpo umano.
I fattori di crescita piastrinici vengono utilizzati con successo in molte aree della medicina come, ad esempio, nelle patologie traumatiche-infiammatorie dei tendini e dell'apparato osseo e muscolare. Attualmente, nella dermatologia e nella medicina estetica, l'utilizzo dei fattori di crescita piastrinici propone una vera e propria azione rigenerante della pelle.

Come agiscono i fattori di crescita?

prp alopecia 02Le piastrine sono piccoli elementi figurati normalmente presenti nel nostro sangue. In situazioni particolari, come nei traumi o nelle ferite cutanee, le piastrine contribuiscono alla coagulazione, formando un coagulo e bloccando l'emorragia. Gradualmente, liberano i loro fattori di crescita che vanno ad agire sul tessuto circostante, inducendo una proliferazione e attivazione delle cellule staminali, stimolando la produzione di collagene, con riparazione e rigenerazione cellulare dei tessuti.
Questa azione riparatrice viene sfruttata iniettando le piastrine nelle aree da trattare, innescano cosi un processo di riparazione e rigenerazione della cute.

Quali sono le indicazioni?

- Rivitalizzazione cutanea del viso alterato dal photoaging (rughe, rilassamento delle palpebre, ringiovanimento del viso);
- rilassamento dell'interno cosce e dell'interno braccia;
- ringiovanimento del collo e del décollété;
- determinate forme di alopecia (perdita dei capelli);
- lichen scleroatrofico in tutti i distretti (in particolare vulvare);
- morfea;
- ulcere cutanee;
- ferite cutanee.

Come si svolge la terapia?

prp braccia 01Inizialmente viene effettuato un prelievo di un piccolo quantitativo di sangue dallo stesso soggetto. Il Kit utilizzato per il trattamento è contenuto in un sistema chiuso e sterile che permette passaggi del sangue senza entrare in contatto con l'ambiente esterno. Una prima centrifugazione permette la separazione del plasma e delle piastrine (fase più liquida e semitrasparente, posizionata nella parte superficiale della provetta) dai globuli rossi (fase più densa e più scura, posta più profondamente alla prima). Una seconda centrifugazione permette la concentrazione dei fattori di crescita piastrinici sulla parte più profonda della provetta. In seguito, il concentrato piastrinico viene iniettato nella pelle delle zone interessate, mediante microiniezioni con un ago molto sottile.
Sono previste da 1 a 4 - 5 sedute distanziate di circa un mese, con variazioni in base alle diverse indicazioni.

Tutti i medici possono eseguire questo trattamento?

No. Solamente i medici autorizzati dal Servizio Sanitario Regionale. La struttura sanitaria, cioè l'ambulatorio medico, deve essere in conformità con tutte le norme di sicurezza, in modo da proporre ai pazienti un trattamento efficace e sicuro. Inoltre, è necessario ottenere una convenzione con il Dipartimento Immunotrasfusionale di una Azienda Ospedaliera, che possa effettuare attività regolare di controllo e verifica sulle procedure di preparazione ed utilizzo di emocomponenti per uso topico e sottocutaneo autologhi.

È un trattamento sicuro?

Si. Poiché il PRP è una "sostanza" naturale e di derivazione autologa (cioè dal paziente stesso), non vi è assolutamente alcun rischio di reazioni emotrasfusionali, allergie o intolleranze, né di malattie trasmissibili.

Quali sono gli effetti ottenuti con il PRP?

prp braccia 02La pelle delle zone trattate riacquista le caratteristiche di un tessuto più giovanile ed elastico.
Quando utilizzato per l'alopecia, le cellule staminali in quiescenza ("dormienti") dei bulbi piliferi vengono stimolate, rimettendo in moto l'intero ciclo di crescita dei capelli, riducendo in modo evidente le aree maggiormente diradate. Permette anche una riduzione della caduta e i capelli diventano più forti.

Quanto tempo dura l'effetto?

Dura molti mesi e può essere ripetuto, senza che alcuna conseguenza nociva o situazione avversa avvenga nel soggetto.

Ci sono limitazioni dopo il trattamento?

No. Il ritorno alle proprie attività lavorative e sociali è immediato. È sconsigliata l'esposizione solare solamente se sono presenti sulla cute eventuali ecchimosi o piccoli ematomi che possono formarsi nel sito di prelievo del sangue o nei siti di iniezioni del concentrato piastrinico. In genere, non si formano lividi o ematomi perché le piastrine prevengono la loro comparsa, dato che contribuiscono alla coagulazione del sangue.

Quali sono le controindicazioni?

- Soggetti in età pediatrica e minorenni;
- donne in gravidanza;
- diabete;
- insufficienza renale;
- insufficienza epatica;
- trombocitopatie o disturbi della coagulazione;
- patologie autoimmuni.

Il mio ambulatorio è autorizzato all'uso del plasma autologo ricco di piastrine.
(convenzione con l'Azienda Ospedaliero-Universitaria "Ospedali Riuniti" di Trieste – protocollo generale 009779/ P 27/07/2011).


sfondo
fondo